GruppoFolkloristicoAlb GruppoFolkloristicoAlberobe GruppoFolkloristicoPulcini balloFolkloristicoAlberobel gruppoFolkAlberobello musicistiGruppoAlberobello
jQuery Slider Tabs by WOWSlider.com v1.1

Benvenuti nel sito del Gruppo Folkloristico "Città dei trulli" di Alberobello

Il Gruppo Folkloristico “Città dei Trulli” rappresenta usi, costumi, danze e canti alberobellesi di fine Ottocento, conservando nel tempo la cultura e le tradizioni di Alberobello.

Alberobello Folklore Gruppo Folkloristico Citta' dei Trulli
La nostra storia PDF Stampa E-mail

 

Il Gruppo Folkloristico “Città dei Trulli” di Alberobello continua il lavoro dell’animatrice Isabella Sgobba che, già nel 1928, con un gruppo di contadini aveva cominciato a riscoprire usi, costumi, danze e canti alberobellesi di fine Ottocento, conservando nel tempo la cultura e le tradizioni del luogo.

I costumi con i quali i componenti si esibiscono si rifanno a quelli indossati dagli alberobellesi di quell’epoca. Mentre le donne vestono l’abito da lavoro, gli uomini indossano quello caratteristico del carrettiere, reso particolare da una larga fascia rossa in vita.

Lo spettacolo riproduce la serata del sabato sera che si organizzava nell’Aia a fine settimana lavorativa, mentre i balli e i canti riconducono alle esperienze quotidiane della civiltà contadina.

Nel corso di tutti questi anni, il Gruppo ha partecipato a numerosi Festival Nazionali ed Internazionali, dislocati in tutte le Regioni d’Italia e in svariati Paesi del Mondo, quali Stati Uniti, Libia, Spagna, Grecia, Olanda, Germania, Francia, Lussemburgo, Belgio, Svizzera, Austria, Slovacchia, Ex-Jugoslavia, Inghilterra.

Attualmente il Gruppo è composto da circa 30 ballerini accompagnati da fisarmoniche, chitarre, tamburelli ed è diretto dal Presidente Nino Agostino.

 



The folk group "Citta dei Trulli" from Alberobello continues the work of entertainer Isabella Sgobba who, in 1928 with a group of towns folk started to discover the forgotten traditions, costumes, dance and songs from Alberobello dating back to the late 1800's, conserving through the years the culture and the traditions of the place.

The COSTUMES with which the group exhibits are replicas of the same costumes worn by the Alberobello people in that era. Where the women dress in typical work clothes the men wear the characteristic "Carrettiere" costume, recognised by the wide red sash worn around their waist.

The SHOW reproduces the Saturday night when they would all congregate in the "Aia" (beating ground) to celebrate the end of the working week, whereas the dances and the songs tell the tale of daily life of the working farmers.

During all these years the group has participated in numerous national and international festivals, in many regions of Italy and various places around the world to name a few the United States, Libya, Spain, Holland, Germany, France, Luxemburg, Belgium, Switzerland, Austria, Slovakia, Ex-Yugoslavia and England.

Currently the group is compiled of 30 dancers accompanied by organs, guitars, tambourines and all directed by the president Nino Agostino.

 
Anteprima Festival Folkloristico 2016 PDF Stampa E-mail

 

Il XXXIII Festival Int. “Città dei Trulli” si svolgerà nei giorni 4-5 / 6-7 Agosto.


L’Edizione 2016 conferma la collaborazione con il contenitore culturale/enogastronomico
LOVIN’PUGLIA,


LOVIN’PUGLIA, Giovedì 4 e Venerdì 5 Agosto, dalle ore 20.00 in poi,

oltre agli stand dei prodotti enogastronomici, dei vini, e dell’artigianato, vi saranno anche i Gruppi Folkloristici

locali, nazionali ed internazionali che allieteranno le due serate con sfilate e spettacoli in Largo Martellotta,


FESTIVAL,  Sabato 6 e Domenica 7  Agosto,  alle ore 21.30, serate Festival sul palco nell’Anfiteatro Villa Comunale

Sabato 6 Agosto, serata con i Gruppi italiani

Domenica 7Agosto, serata con i Gruppi stranieri.


E’ prevista la presenza dei seguenti Gruppi:


PORTO RICO


CILE

BOLIVIA


PORTOGALLO

SLOVACCHIA

SPOLETO

 

Sostenitori

Link consigliati:
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Sondaggi

Hai mai visto il Festival Folkloristico di Alberobello?